13 November 2019

Prestigiosa “spedizione” per il sodalizio rossazzurro, vincitore degli ultimi sette titoli consecutivi nel Campionato siciliano Velocità in salita, nella ‘classica’ automobilistica ospite in provincia di Siracusa, considerata alla stregua di una gara casalinga. Ben 37 i piloti iscritti nella terza tappa del Tivm, Trofeo italiano velocità montagna girone Sud, prova di apertura del Regionale. Tra le conferme Gianni e Samuele Cassibba (Osella). Numerosi i volti nuovi

La Scuderia Catania Corse all’assalto della Coppa Val D’Anapo Sortino

Samuele Cassibba ( Catania Corse, Osella Pa 21 Jrb ) – Foto AciSport

Catania – Ore di adrenalinici preparativi per la Scuderia Catania Corse, già protesa a portare l’assalto, in forze e con legittime aspettative, alla XXXV Coppa Val d’Anapo Sortino, terzo appuntamento stagionale con il Tivm Sud, Trofeo Italiano Velocità Montagna, nonché “prima” del Campionato Siciliano Velocità in salita (curato dalla Delegazione regionale AciSport Sicilia) e prova di Campionato Italiano Bicilindriche, in programma domani, sabato 4 e domenica, 5 maggio.
Un autentico “esodo” per il sodalizio rossazzurro con al timone il presidente Max Lo Verde ed il vice presidente Antonio Leonardi (già vincitore degli ultimi sette titoli consecutivi nel Regionale Velocità in salita e sin d’ora alla caccia dell’ottavo alloro assoluto per la specialità), che porterà ben 37 piloti ai nastri di partenza della ‘classica’ automobilistica ospite nel comprensorio ricadente nella cittadina in provincia di Siracusa, in tutte le categorie e classi. Numerose le conferme, tanti i volti nuovi.
“Punte di diamante” della Catania Corse, sul tracciato da 5750 metri sul quale si correrà la Val d’Anapo Sortino saranno, anche per quest’anno, gli esperti Gianni e Samuele Cassibba, rispettivamente padre e figlio, da Comiso (RG). Ambedue reduci da un Trofeo Lodovico Scarfiotti vissuto a fasi alterne, i Cassibba andranno alla ricerca del risultato pieno nella gara annoverata tra quelle casalinghe. Gianni (vincitore della classe E2SC 3000 a Sarnano, nel Maceratese, nel secondo round del Campionato Italiano Velocità Montagna) si affiderà nuovamente alla sua fedele Osella PA 20S Bmw mentre Samuele (costretto invece al ritiro nelle Marche) proverà a macinare ulteriori chilometri al volante della nuovissima ed ancora “acerba” Osella PA 21 JrB spinta da un propulsore Suzuki 1000 c.c., sperando nel “colpaccio”.

Mimmo Polizzi (Elia Avrio ST09 Suzuki) – ph. Mario Gallà

Tra le altre vetture Sport schierate dalla Catania Corse a Sortino, occhio alla Formula Renault 2.0 del rientrante catanese (di Biancavilla) Fortunato Scarvaglieri, protagonista in un’affollata classe E2SS 2000, mentre l’esperto Matteo D’Urso proverà a fare la voce grossa in un’altrettanto competitiva classe E2SC 1600, con la ‘rinnovata’ Radical SR4 Suzuki ex Domenico Cubeda. Due agili Elia Avrio ST09 Suzuki, invece, a disposizione dei catanesi (di Adrano) Mimmo Polizzi (in classe E2SC 1000) e Turi Caruso (E2SC 1400), entrambi al debutto stagionale in una kermesse auto, con ottime ambizioni. Atteso alla riprova, dopo la Luzzi Sambucina, anche il comisano Salvatore Vitale, tra i volti nuovi della Scuderia Catania Corse, intento ad affinare il feeling con la nuova Osella PA 21S Evo Honda, iscritta in classe CN 2000.
Il sodalizio rossazzurro è inoltre lieto di unire il proprio nome, ancora una volta, a quello del “veterano” maltese Joe Anastasi, 72 anni di bravura e simpatia, all’ennesimo ritorno in Sicilia per sfidare il cronometro con la fedele Austin Mini Cooper S 1.5, tra le E2SH (Silhouette) 1600. Sempre in questa categoria, altrettanto apprezzato è il binomio con l’altro esperto ennese (di Centuripe) Salvatore Naselli, il quale non vuol mancare all’appuntamento con la “classica” siracusana al volante della sua funambolica Fiat Cinquecento Sporting Suzuki, di recente dotata di migliorie tecniche, in classe E2SH 1150.

Joe Anastasi (Austin Mini Cooper S 1.5) – Ph Flavio Lipani

“New entry” nella classe E1 Italia 1400, con il debutto in rossazzurro per il catanese di Biancavilla Alfio Crispi, il quale sarà impegnato alla guida di una Peugeot 106 Rallye. Il quadro delle presenze nel gruppo E1 Italia è altresì completato dal catanese (risiede a Giarre) Rosario Alessi, con la sua potente Peugeot 106 Gti 16v schierata per la classe E1 Italia 1600, nonché dagli specialisti catanesi Ivan Tudisco (Renault Clio Rs Cup, nella classe E1 Italia 2000) e Giovanni Grasso (vive a Piedimonte Etneo, con la “mostruosa” Fia Uno Turbo i.e. schierata nella classe E1 Italia 1600 Turbo).
Nutritissima e qualificata la pattuglia di piloti “griffati” Catania Corse nel gruppo Produzione. Tra le auto di Serie sarà battaglia sportiva a tre, tra il comisano Alessandro Turtula (Peugeot 205 Rallye) ed i due catanesi Tommaso Motta e Mario Raciti, entrambi su Peugeot 106 Rallye nella classe Produzione Serie 1400, mentre la superiore classe Produzione Serie 1600 vedrà tra i sicuri protagonisti il ragusano (originario di Chiaramonte Gulfi) Davide Gravina, vice campione siciliano classe N1600 in carica e nuovo volto della scuderia, sempre veloce ed efficace al volante della Citroen Saxo Vts, nonché l’altro chiaramontano Sebastiano Gatto, che disporrà invece di una Peugeot 106 Gti 16v. Ricco anche il registro dei partenti nel gruppo Produzione Evo, con i chiaramontani Salvo Cocimano e Gianpiero Tummino, il catanese Andrea Patanè ed il locale Giuseppe Barbagallo (tutti sulla Peugeot 205 Rallye) attesi prim’attori nella classe Evo 1400. A “caccia” della medaglia d’oro nella classe Produzione Evo 2000, nella selettiva cronoscalata di casa, sarà il veloce sortinese Massimiliano “Max” Di Pietro, nell’abitacolo della Renault 5 Gt Turbo preparata nella propria officina.
Il catanese Salvatore Gatto proverà a tenere alto il vessillo della Catania Corse tra le Racing Start 1.6 su Peugeot 106 Gti 16v, così come faranno l’altro etneo Orazio Arcidiacono ed il ragusano (anche lui di Chiaramonte Gulfi) Salvatore D’Avola, ambedue con la Peugeot 106 Rallye, nella 1400 del gruppo Racing Start Plus. Nella medesima categoria, sebbene in classe 1600, riflettori puntati sul rientrante catanese Salvo Monzone e sulla sua vincente Citroen Saxo Vts.
Davvero un discorso a parte meritano le sempre affascinanti vetturette Bicilindriche, per le quali la XXXV Coppa Val d’Anapo Sortino costituisce prova di Campionato Italiano. In occasione della tappa siracusana, la Scuderia Catania Corse, sempre sensibile nel ricordo di piloti che hanno contribuito a scrivere indelebili pagine di storia dell’automobilismo nazionale, in accordo con lo staff promotore della gara (Automobil Club Siracusa, Comune di Sortino e Siracusa Pro Motorsport), ha voluto istituire il 1° Trofeo Piero La Pera, in memoria del velocissimo e compianto campione di origine catanese. La Pera, tra i talenti più cristallini che si ricordano tra i motori, iniziò la propria carriera proprio con le Fiat 500, in versione Abarth e Giannini, prima di passare alle vetture Sport, con le quali continuò a vincere parecchio. Il portacolori della Catania Corse scomparve il 2 ottobre del 1981, proprio a Sortino, in occasione di alcuni test programmati alla vigilia della gara, mentre era al volante della potente Lola T 298 “ereditata” da Mauro Nesti. Il 1° Trofeo Piero La Pera sarà assegnato a fine gara al miglior pilota classificato tra le Bicilindriche di gruppo 5. Previsti numerosi altri premi.

Palazzo Angelo (Fiat 500, A.S.D. Scuderia Catania Corse ) – Foto AciSport

In questa categoria, per la Catania Corse, concorreranno l’esperto ennese (di Centuripe, ma trapiantato da anni ad Adrano) Angelo Palazzo, i catanesi Pippo Marino, Alex Scuderi (tutti su Fiat 500 gr. 5 classe 700), Alfio Basile e Giovanni Vitale (con le Fiat 126 gr. 5, classe 700). Sempre tra le Bicilindriche “griffate” Catania Corse, in lizza per il successo anche i catanesi Orazio Reitano (di Nicolosi), Mauro Scaccianoce, Salvatore Nicolosi (alla guida di altrettante Fiat 500 iscritte nel gruppo 2, classe 700) e Saverio Basile (nell’abitacolo, invece, di una Fiat 126, nel gruppo 2 classe 700). La Catania Corse, a Sortino, non ha lesinato presenze neppure tra le Autostoriche, dove il catanese Sebastiano Fisichella potrà inserirsi ai vertici della ipotetica classifica assoluta e di 4° Raggruppamento con la sua Lucchini SN87 Alfa Romeo, ma anche della classe SN 3000.
La XXXV Coppa Val d’Anapo Sortino (193 gli iscritti) entrerà nel vivo domani mattina, sabato 4 maggio, con le due salite di ricognizione. Domenica 5 maggio le due manche cronometrate, a partire dalle 9.00.

News